Vai menu di sezione

Baselga

Baselga, situata a 960 m dal livello del mare, è il centro dell'omonimo comune dell'Altopiano.

fotografia baselga

Il nome di Baselga si può affermare che derivi dal latino – basilica – ma con il vero significato di origine della parola, cioè luogo di ritrovo per la discussione di questioni pubbliche.
La storia di Baselga quindi è anche quella stessa dell’Altopiano, perché il paese di Baselga ha costituito sempre il nucleo centrale al quale facevano capo le altre ville di Ricaldo, Sternigo, Rizzolaga, Campolongo, Piazze, Bedollo e dal 1625 anche Regnana.

Il nucleo del vecchio abitato del paese che delimita la piazza fa corona all’edificio della chiesa vecchia, al campanile e all’antico sagrato. Le testimonianze più antiche di Baselga risalgono all’inizio del secolo XIII.
Nel 1903 il parroco don Francesco Bernardi dà finalmente inizio ai lavori per la realizzazione della nuova chiesa, su progetto dell’Ing. Natale Tommasi di Trento. La consacrazione della Chiesa ebbe luogo il 30 luglio 1910. Essa è dedicata alla Madonna Assunta, la cui festa patronale ricorre il 15 Agosto.
Alla fine del 1200 e nei due secoli successivi, anche sul territorio di Baselga vi fu l’immigrazione di gente venuta dal Nord, favorita nell’insediamento dai signori di Pergine

L’economia di Baselga nei tempi antichi era quella di tutta la gente di Pine’: legname, bestiame e la coltivazione di una campagna avara. Il lavoro artigianale nelle segherie e officine situate lungo il Silla era limitato a qualche famiglia. Esistevano pure dei molini e in tempi non molto lontani si sono aperte anche le botteghe dei “parolòti” cioè dei battitori del rame.
C’è ancora il ricordo di un’attività che è ormai scomparsa da molto tempo: l’allevamento del baco da seta.
Anche in Baselga si è verificato in passato il fenomeno dell’emigrazione, come in tutti i paesi dell’Altopiano. Numerosi sono stati coloro i quali come operai hanno lavorato nella costruzione delle ferrovie del Nord Europa o minatori in Belgio. Negli anni 1950-60 sono state molto le ragazze che hanno trovato occupazione nelle fabbriche in Svizzera.
Oggi l’economia della frazione di Baselga è basata in modo precipuo sul turismo. In funzione di questa attività, numerosi negozi per la vendita di ogni genere di merce si aprono, con veste allettante, su tutte le vie, facendo del paese quasi il centro commerciale dell’Altopiano. Essi, unitamente a diverse attività artigianali e ad accoglienti esercizi pubblici, danno vita ad una attività economica vivace e consistente.

Collocazione geografica

Come arrivare

Pagina pubblicata Giovedì, 05 Giugno 2014

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto