Vai menu di sezione

Autenticazione di firma per i passaggi di proprietà dei beni mobili registrati

Autenticazione di firma per i passaggi di proprietà dei beni mobili registrati

Autenticazione di firma per i passaggi di proprietà dei beni mobili registrati

Descrizione servizio

L'art. 7 del decreto legge 4 luglio 2006 n. 223 ha introdotto nuove modalità di semplificazione in materia di passaggi di proprietà di beni mobili registrati. E' ora possibile effettuare l’autentica della firma sulla dichiarazione di vendita dei beni mobili registrati nei Comuni o presso i titolari degli sportelli telematici dell’automobilista (Sta)  oltre che presso i notai.

I beni mobili interessati possono riguardare autoveicoli, rimorchi, motoveicoli e natanti. Non rientrano in tale campo di registrazione ciclomotori, macchine agricole, macchine operatrici, veicoli a trazione animale e slitte. La registrazione è facoltativa per rimorchi (m.c. inferiore a 3,5 t.).

L'autenticazione della sottoscrizione può essere richiesta anche agli uffici comunali che sono tenuti a rilasciarla gratuitamente, salvo i previsti diritti di segreteria, nella stessa data della richiesta, salvo motivato diniego.

Il Comune è competente ad eseguire esclusivamente l’autentica e non le altre operazioni relative al passaggio di proprietà dei beni mobili registrati. Occorre quindi rivolgersi direttamente al PRA oppure ad un ufficio ACI  o ad agenzie di pratiche auto per tutte le altre necessità, quali il pagamento delle tasse e diritti relativi nonché per la richiesta di trascrizione al PRA della vendita.

Dove rivolgersi e quando

Ufficio segreteria 2° piano - negli orari di apertura al pubblico – tel. 0461/559211

Quanto costa

0,52 per diritti segreteria + marca da bollo da Euro 16,00 che l’utente dovrà portare per l’autentica

Come fare / Cosa fare

Per effettuare l'autenticazione di firma per i passaggi di proprietà dei beni mobili registrati, il venditore deve sempre presentarsi munito del documento di proprietà del veicolo (foglio complementare o certificato di proprietà - CDP) del quale risulti intestatario, un documento d'identità e tutti i dati dell'acquirente (nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza, codice fiscale) da trascrivere nell’apposito quadro.

In caso di persona giuridica, il legale rappresentante della ditta dovrà presentare anche visura camerale che attesti l’autorità ad agire.

Se il venditore ha acquistato il veicolo dopo aver contratto il matrimonio ed è in regime di comunione dei beni con il coniuge, si deve provvedere all'autentica della firma anche di quest'ultimo.
 Qualora tale documento sia stato smarrito è necessario effettuare una denuncia di smarrimento alle forze dell'Ordine e richiedere un duplicato presso il Pubblico Registro Automobilistico o la Motorizzazione civile.

L'atto di vendita del mezzo dovrà essere trascritto, a cura dell'acquirente, presso il Pubblico Registro Automobilistico o alla Motorizzazione entro il termine di 60 giorni per la trascrizione degli atti.

Pubblicato il: Martedì, 10 Marzo 2015

Valuta questo sito

torna all'inizio